Tirocini presso le Istituzioni europee

L’Europarlamento offre ogni anno l’opportunità di effettuare tirocini presso il proprio Segretariato generale per contribuire alla formazione dei giovani cittadini e permettergli di familiarizzare con il lavoro dell’Istituzione. Gli stage possono svolgersi a Bruxelles, Strasburgo, Lussemburgo e presso altre sedi e sono rivolti a chi è alla ricerca di una prima esperienza in ambito europeo e vorrebbe lavorare in un’istituzione internazionale.

I tirocini Schuman sono riservati ai titolari di diploma universitario o di istituti equivalenti, e permettono di completare le conoscenze acquisite nel corso di studi e di familiarizzare con le attività dell’Unione europea, in particolare del Parlamento europeo. I tirocini hanno la durata di cinque mesi, vanno richiesti a seconda dei periodi, dal 1° ottobre al 28/29 febbraio – Periodo di iscrizione: 1° giugno – 30 giugno; dal 1° marzo al 31 luglio – Periodo di iscrizione: 1° novembre – 30 novembre. I requisiti per potersi candidare contemplano aver compiuto 18 anni; essere titolare di un diploma universitario; possedere le competenze linguistiche richieste; fornire un estratto del casellario giudiziale; non aver lavorato per più di due mesi consecutivi in un’istituzione o in un organo dell’UE; non aver effettuato una visita di studio o di ricerca nei sei mesi precedenti l’inizio del tirocinio. All’interno delle borse Schuman, i tirocini per traduttori sono riservati ai titolari di diploma universitario di laurea o diploma equipollente. Si svolgono esclusivamente in Lussemburgo, dove ha sede la Direzione generale per la Traduzione e l’interpretariato del Parlamento europeo.

Ci sono altre possibilità di partecipare a questi tirocini, i tirocini ‘EU & You’ sono rivolti a laureati di Paesi non appartenenti all’Unione Europea, in cui si trova un Ufficio di collegamento del Parlamento UE (EPLO). Si svolgono presso l’EPLO del Paese dello stagista e le candidature vanno presentate nei periodi definiti dall’autorità competente, di concerto con l’EPLO del Paese terzo, almeno entro un mese prima dell’inizio dello stage.

I tirocini ‘Business Agreement’ rivolti a studenti e rappresentanti di istituti di istruzione o organizzazioni esterne che hanno siglato protocolli d’intesa con il Segretariato generale del Parlamento Europeo. Sono regolati da quanto previsto dagli accordi siglati, anche per quanto riguarda periodi di attivazione, candidature e selezioni.

Vi sono poi i tirocini retribuiti presso il Segretariato generale del Consiglio dell’Unione Europea, ogni anno vengono offerti circa 100 tirocini retribuiti a cittadini dell’UE che abbiano completato almeno la prima parte dei loro studi universitari e abbiano ottenuto un diploma di laurea.

Ulteriori tirocini sono disponibili presso istituzioni che offrono queste opportunità quali, Commissione europea, Corte di giustizia dell’Unione europea, Corte dei conti, Comitato europeo economico e sociale, Comitato delle regioni, Mediatore europeo, Banca Centrale Europea, Banca Europea degli Investimenti. Si compongono di un periodo di formazione, di minimo un mese e massimo un anno, che consente ai tirocinanti di completare le conoscenze acquisite nel corso dei loro studi, a volte con una retribuzione mensile o un rimborso. I tirocini sono rivolti generalmente a giovani laureati (in qualche raro caso a diplomati) con un’ottima conoscenza dell’inglese (talvolta può essere richiesta la conoscenza anche di una seconda lingua). Non vi è un limite massimo d’età, la candidatura avviene generalmente online, con scadenze diverse per ciascuna istituzione.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Tirocini presso le Istituzioni europee"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*