Ma tu di che segno 6? (Film, 2014)

Ma tu di che segno 6? di Neri Parenti è un cinepanettone 2014 che imperversa sul circuito Sky per allietare (si fa per dire) il Natale televisivo degli italiani. Molti talenti sprecati per un film inutile e del tutto privo di idee, anche se la sceneggiatura porta la firma dei fratelli Vanzina e del regista Parenti. Un terzetto specialista in commedia all’italiana che questa volta non centra l’obiettivo ma imbastisce la fiera del luogo comune, del prevedibile e del già visto sul tema degli oroscopi.

Cinque storie senza punti di contatto, vecchia regola vanziniana del film a episodi mascherato: Boldi è un imprenditore ipocondriaco, Salemme un maggiore dei carabinieri geloso patologico della figlia, Memphis un commesso perseguitato dalle donne ariete, Proietti un avvocato smemorato e i terribili Pio e Amedeo conquistatori mancati di una venezuelana. Vanessa Hessler è una bella presenza vanziniana, nel senso che proviene da vecchie idee dei loro film anni Ottanta, ma nel 2014 non basta inserire una bellona inespressiva per portare la gente al cinema. Interpreta la conquista mancata di Ricky Memphis, che si deve accontentare di una notte d’amore con una brutta collega, figlia del principale, futura moglie in un matrimonio riparatore dal sapore d’altri tempi.

Tutto molto brutto, ai limiti dell’irritante, soprattutto la fastidiosa pubblicità Euronics, davvero invasiva, ma efficace in periodo natalizio. Persino Proietti e Salemme – attori straordinari – risultano sprecati e impacciati in due gag scontate, ripetitive e fondamentalmente insipide. Spalla di Salemme è un inguardabile Pintus, idoneo solo a Zelig come imitatore televisivo. Boldi è alla frutta, la storia dell’imprenditore ipocondriaco che picchia il cardinale e finisce in galera è così sciocca da risultare fastidiosa. La comicità pugliese di Pio e Amedeo è fuori dalle nostre corde, forse troppo giovanilistica per interessarci, ma chi delude sono soprattutto i Vanzina, mai così a corto d’idee, per il soggetto di un cinepanettone che non viene premiato (fortunatamente) neppure dal pubblico. Evitatelo, se potete.

. . .

Regia: Neri Parenti. Soggetto e Sceneggiatura: Carlo Vanzina, Enrico Vanzina, Neri Parenti. Fotografia: Gino Sgreva. Montaggio: Luca Montanari. Costumi: Alfonsina Lettieri. Produzione: Maria Grazia Cucinotta, Giovanna Emidi, Silvia Natili. Case di Produzione: Italian Dream Factory, International Video 80. Distribuzione: Keyfilms. Interpreti: Massimo Boldi, Gigi Proietti, Vincenzo Salemme, Ricky Memphis, Denise Tantucci, Vanessa Hessler, Amedeo Grieco, Pio D’Antoni, Angelo Pintus, Mariana Rodriguez, Rodolfo Laganà, Gianni Franco, Luis Molteni, Cecilia D’Amico, Valeria Graci, Pierluigi Misasi, Andrea Buscemi, Paolo Fox.

©Futuro Europa®

 [NdR – L’autore dell’articolo ha un suo blog “La Cineteca di Caino”]

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Ma tu di che segno 6? (Film, 2014)"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*