Connubio tra Arte e Natura

Back to Nature, è il nome scelto per il progetto espositivo partito il 15 settembre scorso nei giardini di Villa Borghese a Roma, che si concluderà il 13 dicembre prossimo.

Un nome inequivocabile che bene riflette il particolare periodo che stiamo vivendo in cui, i problemi derivanti dai cambiamenti climatici, in primis la pandemia da Covid19, ci hanno portato a rivedere il nostro rapporto con la Natura.

Questo evento, novità assoluta nel suo genere, vuole appunto porre l’accento sulla impellente necessità di ritornare alla Natura adottando nuove basi e nuove strategie per la realizzazione di un futuro sostenibile.

Back to Nature si colloca all’interno di un programma culturale messo a punto dalla Municipalità mirante anche alla valorizzazione dei parchi storici della città: passeggiare ed ammirare sculture ed installazioni artistiche contemporanee mescolate agli alberi, alle piante e alle architetture dei parchi stessi a cui si aggiungono performance musicali e interventi di street artist.

Presso le aree del Parco dei Daini e di Piazza di Siena di Villa Borghese si scoprono installazioni pensate per essere esposte proprio all’aperto da artisti di rilievo internazionale come Mario Merz, Benedetto Pietromarchi, Andreco, Mimmo Paladino, Davide Rivalta, Grazia Toderi, Edoardo Tresoldi, Nico Vascellari.

Altre opere contemporanee sono state collocate all’interno del Museo Carlo Bilotti e del Museo Pietro Canonica. Non resta che andare a passeggiare.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Connubio tra Arte e Natura"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*