Pensieri di Ferro

“Con questo nuovo governo l’Italia è tornata in Europa”, ha dichiarato di recente il Presidente tedesco Walter Steinmeier. Ora, è evidente che il Conte bis non ha la bacchetta magica e la situazione economica del Paese rimane molto delicata. Lo confermano il dato sulla produzione industriale scesa a Luglio dello 0,7% e un PIL sempre a ridosso dello zero.

Però qualcosa è cambiato. Innanzitutto questo Governo ha una dote assolutamente sconosciuta al precedente: l’Equilibrio. E solo un governo equilibrato pienamente inserito in Europa è in grado di migliorare, dal di dentro, quelle regole ormai non più sostenibili. Prime fra tutte quelle sulle migrazioni e quelle che frenano la crescita. E poi, finalmente, sento Conte parlare meno di interventi assistenzialistici  e più di alta velocità nel Sud, non solo fino a Bari, ma fino a Taranto e poi Matera.

Che qualcuno abbia davvero capito che Il lavoro non si crea con i sussidi ma, ad esempio, dando una “sferzata” al turismo ed al patrimonio artistico delle Puglie?

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

[NdR – Andrea Ferretti è economista bancario e giornalista economico]

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Pensieri di Ferro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*