L’incoronazione

L’incoronazione di Re Carlo è stata uno spettacolo tanto pomposo quanto inutile. Il Re non ha alcun reale potere e in ogni caso assume l’incarico l’attimo esatto della morte o abdicazione del suo predecessore.

Tutto lo sfarzo di uniformi, medaglie, diademi, legni dorati, cavalieri corazzati, pennacchi ripetono un cerimoniale antiquato e costoso, con al centro un signore invecchiato aspettano la morte di sua madre, nato e cresciuto in mezzo ai privilegi più assurdi e che non ha mai fatto un lavoro serio nella sua vita, E il più triste è vedere incoronata accanto a lui una donna chiaramente fuori posto, una che ha fatto del male a un’altra donna, che la valeva fisicamente e umanamente cento volte.

Veramente, la memoria dei popoli è corta! Ma quel decadente spettacolo piace agli inglesi perché serva ad illuderli che la passata grandezza sia ancora viva. Perché dovrebbe appassionare popoli che hanno storie ben differenti e che la pompa e le illusioni monarchiche se le sono lasciata indietro da tempo e non debbono fare la riverenza a nessun fantoccio regale?

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "L’incoronazione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*