L’Agenzia EU-LISA

L’Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia (EU-LISA) è un ente europeo indipendente individuato quale agenzia regolatrice. Il suo ruolo è sostenere l’attuazione delle politiche dell’UE in materia di giustizia e affari interni attraverso la gestione dei sistemi IT su larga scala. Istituita nel 2011 e operativa al 1 dicembre 2012, EU-LISA ha sede a Tallinn (Estonia), sede operativa: Strasburgo (Francia), sede di supporto Sankt Johann im Pangau (Austria). E’ guidata dal direttore Krum Garkov e può contare su una dotazione di 137 dipendenti; fra i suoi compiti la gestione di Eurodac, del sistema dei visti (VIS) e del Sistema Informativo Schengen (SIS II).

EU-LISA gestisce sistemi informatici integrati su larga scala che mantengono la sicurezza interna nei paesi Schengen permettono ai paesi Schengen di scambiarsi dati sui visti determinano quale paese dell’UE deve esaminare le richieste di asilo. Contribuisce a garantire che gli europei possano circolare liberamente nell’UE senza compromettere la sicurezza in Europa. L’agenzia testa inoltre nuove tecnologie per aiutare a mettere in atto un sistema di gestione delle frontiere nell’UE più moderno, efficiente e sicuro. Ha coordinato la fase di sperimentazione e di controllo del progetto pilota “Frontiere intelligenti”, l’analisi dei risultati e la successiva relazione, in stretta collaborazione con i paesi dell’UE partecipanti e le istituzioni europee. Questo risultato si raggiunge tenendo separate completamente le basi dati dei tre sistemi amministrati e con un continuo scambio di dati con le varie autorità nazionali degli stati membri.

Nel discorso sullo stato dell’Unione del 2016, il presidente Juncker ha sottolineato l’importanza di colmare le attuali lacune nella gestione delle informazioni e di migliorare l’interoperabilità dei sistemi di informazione esistenti. Nell’aprile 2016 la Commissione ha presentato una comunicazione su sistemi di informazione più solidi e intelligenti per le frontiere e la sicurezza, avviando un dibattito su come migliorare il funzionamento dei sistemi di informazione dell’UE per rafforzare la gestione delle frontiere e la sicurezza interna. Da allora la Commissione ha presentato e periodicamente riferito i progressi compiuti nel colmare le rimanenti lacune nei sistemi d’informazione dell’UE, affinché cooperino in modo più intelligente ed efficace. Per dare seguito a questi propositi, il 9 novembre 2018 il Consiglio dei Ministri ha adottato la proposta di rafforzamento dell’agenzia Eu-LISA (European Agency for the operational management of Large-Scale IT Systems) per la gestione dei sistemi di informazione su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia.

Il rafforzamento dell’agenzia Eu-LISA costituisce una priorità politica per il 2018-2019, consentendo di aumentare l’interoperabilità dei sistemi d’informazione dell’UE per la gestione della migrazione, della sicurezza e delle frontiere, contribuendo così a colmare lacune significative nel settore della sicurezza. EU-LISA realizzerà le componenti tecniche necessarie per l’interoperabilità dei sistemi d’informazione dell’UE; svilupperà futuri sistemi avvalendosi di 2 miliardi di euro per il periodo 2019-2027, l’agenzia svilupperà e gestirà i futuri sistemi d’informazione su larga scala dell’UE quali il sistema di ingressi/uscite (EES), il sistema dell’UE di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) e il sistema europeo potenziato di informazione sui casellari giudiziali (ECRIS-TCN); migliorare i sistemi esistenti: l’agenzia dovrà mantenere e migliorare i sistemi esistenti, quali il sistema d’informazione Schengen (SIS), il sistema d’informazione visti (VIS) ed Eurodac, di cui è già responsabile; sostenere gli Stati membri: l’agenzia sarà in grado di fornire agli Stati membri un maggior sostegno tecnico e operativo ad hoc.

Rallegrandosi per l’adozione della proposta, Dimitris Avramopoulos, l’uscente Commissario per la Migrazione, gli affari interni e la cittadinanza, ha dichiarato: “D’ora in avanti l’agenzia Eu-LISA diventerà un centro nevralgico ancora più cruciale di tutti i nostri dei nostri sistemi d’informazione per le frontiere, la migrazione e la sicurezza. L’informazione è uno strumento potente e il rafforzamento dell’agenzia contribuirà a fare in modo che gli operatori del servizio immigrazione, le guardie di frontiera e le autorità di contrasto abbiano le informazioni giuste al momento giusto. Ciò permetterà un collegamento tra tutti i diversi punti con l’obiettivo di realizzare un’Unione della sicurezza autentica ed efficace”.

Julian King, Commissario per l’Unione della sicurezza nella commissione Juncker, ha aggiunto: “Il potenziamento dell’agenzia eu-LISA è un fondamentale passo avanti nel nostro lavoro per aumentare l’interoperabilità dei nostri sistemi d’informazione. A sua volta, l’interoperabilità garantirà che i funzionari di polizia e le guardie di frontiera in loco dispongano di informazioni complete, accurate ed affidabili che permettano loro di esercitare le loro funzioni in maniera efficace ed efficiente. Lavoreremo con i co-legislatori per raggiungere un accordo sulle nostre proposte in materia di interoperabilità il più rapidamente possibile”.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "L’Agenzia EU-LISA"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*