Firenze: Communicating Art e non solo

Quest’anno la città Medicea ha aperto la stagione turistica con numerose attività, tra le quali  l’undicesima edizione di Communicating Art inaugurata lo scorso 7 aprile. Fino al 7 maggio saranno gli studenti di 11 istituti scolastici delle medie superiori di Firenze ad offrire ai visitatori percorsi guidati gratuiti, in italiano e altre lingue comunitarie; tra questi il Liceo artistico di Porta Romana e l’Istituto Superiore Leonardo da Vinci. Le due storiche scuole saranno pienamente coinvolte, la prima aprirà le proprie porte ai visitatori e la seconda si occuperà personalmente di documentare l’iniziativa con riprese video e fotografiche.

Questa iniziativa, che vede il coinvolgimento di oltre 20 classi, si distingue per essere occasione utile di conoscenza del patrimonio culturale e per la crescita nelle nuove generazioni del comune senso di responsabilità e appartenenza ad una tradizione culturale che va preservata.

Questo progetto, sostenuto dalle scuole e dalla Sezione didattica del Polo Museale Fiorentino, è concepito in modo tale che possa essere utile strumento formativo sia per i fruitori che per gli alunni che dovranno perfezionare le loro abilità e competenze sia linguistiche che storico culturali.

L’edizione di quest’anno, che coinvolge sedici musei nel circuito Communicating Art, oltre a confermare la presenza dei Cenacoli del Fuligno e di Andrea del Sarto a San Salvi, vede l’ingresso di nuovi luoghi museali: il Museo Nazionale del Bargello, l’Opificio delle Pietre Dure, la Loggia dei Lanzi, il Museo delle Porcellane di Doccia e la Biblioteca Medicea Laurenziana.

Un ulteriore strumento a sostegno del turismo, messo disposizione dalla città dei Medici è rappresentato da un utile servizio multimediale presso il primo piano dei locali che accolgono l’infopoint di piazza della Stazione Santa Maria Novella. I turisti appena arrivati in Stazione potranno recarsi presso la struttura per ottenere tutte le informazioni che desiderano sul capoluogo toscano. A loro disposizione troveranno apparecchiature audiovisive con schermi ad alta definizione e touch screen con cui potranno costruire il proprio itinerario culturale in autonomia con la consultazione di filmati e di siti internet o con l’ausilio del personale del piano terra.

La Camera di Commercio e la Provincia di Firenze con il supporto tecnico dell’Università hanno realizzato un filmato 3D, Something About Florence, che viene proiettato nella sala filmati del centro turistico ed espone i molteplici aspetti della città medicea con l’intento di stimolare la curiosità dei turisti verso itinerari alternativi comprendenti musei minori e territori poco noti del capoluogo toscano. Questo servizio, costato al comune 250 mila euro e sei mesi di lavoro, prevede anche la possibilità di ospitare incontri e conferenze di approfondimento delle risorse culturali della città; inoltre, vista la posizione favorevole si sta valutando anche la possibilità di collocare nelle vicinanze un rental scooter e quadricicli elettrici inseriti nell’ambito del progetto europeo Electra.

©Futuro Europa®

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Firenze: Communicating Art e non solo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*