Premio Carlo Magno 2022

Il Premio Carlo Magno della gioventù si svolge annualmente tramite la selezione che alcune giurie sia nazionali che europee effettuano, scegliendo un progetto per ciascun paese dell’UE. Al termine delle selezioni i 26 vincitori nazionali sono stati invitati alla cerimonia di premiazione, tenutasi il 24 maggio ad Aquisgrana, dove sono stati annunciati i tre vincitori europei. Il premio, assegnato congiuntamente dal Parlamento Europeo e dalla Fondazione Premio Internazionale Carlo Magno, è aperto alle iniziative di giovani di età compresa tra i 16 ei 30 anni coinvolti in progetti che promuovono la comprensione europea e internazionale. Dal 2008 più di 4650 progetti hanno gareggiato per il premio e i vincitori si aggiudicano diversi premi: il primo premio è di € 7.500, il secondo premio di € 5.000 mentre il terzo premio di € 2.500. La scorsa edizione era stata vinta dal progetto ceco “Fakespace”, che attraverso i giochi insegna ai giovani a pensare con spirito critico e a riconoscere le notizie false. Nel 2020 il primo premio era stato assegnato al progetto tedesco “European Archive of Voices“, che raccoglie testimonianze storiche orali di persone nate prima del 1945.

I progetti devono soddisfare i seguenti criteri: promuovere la conoscenza europea e internazionale; incentivare lo sviluppo di un senso condiviso di identità europea e integrazione; servire da modello per i giovani che vivono in Europa; offrire esempi pratici di europei che vivono insieme come un’unica comunità Per l’Italia il vincitore nazionale dell’edizione 2022 del Premio è The Giufà Project, un progetto che nasce dalla collaborazione tra artisti, giovani e organizzazioni creative di tutta Europa per esplorare il tema della migrazione e dare una risposta artistica agli interrogativi posti dagli spostamenti di massa che si stanno svolgendo in tutto il pianeta.

A vincere il Premio europeo Carlo Magno della gioventù 2022 è stato il progetto portoghese “Orquestra Sem Fronteiras (Orchestra Senza Frontiere)”, dedicato alla promozione e alla cooperazione transfrontaliera tra Portogallo e Spagna, attraverso la musica di giovani talenti che vivono in entrambi i paesi, con lo scopo di ridurre le disuguaglianze. Il secondo premio è stato assegnato al progetto ceco “Politika (nejen) pro mladé (Politica (Non Solo) per i Giovani)”, che si propone di riunire giovani politici rappresentanti tutto lo spettro politico, per discutere di politica, democrazia, diritti umani, lotta per una giovane società civile informata e attiva. Il terzo premio è andato al progetto tedesco “Ukrainian Vibes – European Public Sphere”, organizzato attraverso Democracy International. Il progetto, che si è svolto da aprile a ottobre 2021, ha riunito persone provenienti da 36 paesi per discussioni virtuali su democrazia, sviluppo e integrazione europea, mettendo in luce le relazioni UE-Ucraina; hanno pubblicato alcune delle proposte generate sulla piattaforma COFOE.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Premio Carlo Magno 2022"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*