Beirut, due bombe contro ambasciata iraniana

19 novembre – E’ di 23 morti e 146 feriti il bilancio provvisorio delle esplosioni che si sono verificate a Beirut vicino all’ambasciata iraniana. L’agenzia di stampa libanese ha reso noto che una delle esplosioni è stata causata da un attentatore suicida a piedi, mentre la seconda è stata provocata da un’autobomba.

Attentato suicida: è quanto hanno riferito il ministro della Salute, Ali Hassan Khalil, e fonti locali precisando che nell’esplosione è morto anche Ebrahim Ansari, delegato alla cultura dell’ambasciata iraniana. Funzionari libanesi hanno spiegato che nelle immagini delle telecamere di sorveglianza si vede un uomo che corre verso l’ambasciata iraniana prima di farsi esplodere, provocando la prima delle due esplosioni. Secondo i funzionari la seconda esplosione è stata provocata da un’autobomba parcheggiata a due edifici di distanza dall’ambasciata.

[fonte corriere.it]

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Beirut, due bombe contro ambasciata iraniana"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*