Jolla, il nuovo smartphone open source

Mentre infiamma in tutto il mondo la discussione sulla Net Neutrality, e più in generale sul modo di concepire la Rete Internet, e quindi sul suo grado e livello di libertà di accesso e sulla sua governance, c’è chi traduce questa filosofia open non in termini regolamentari, ma concependo uno strumento di uso quotidiano in linea con una visione free, e in pieno contrasto con le tendenze standardizzanti di noti colossi del mercato.

In questa direzione ci conduce Jolla: il nuovo smartphone con sistema operativo indipendente Sailfish OS prodotto dall’omonima Jolla Ltd., azienda finlandese nata da un gruppo di ex-dipendenti Nokia. Tale dispositivo è stato progettato seguendo le caratteristiche del design finlandese: moderno, essenziale e assolutamente innovativo. Al design ergonomico, studiato per adattarsi perfettamente al palmo di una mano, si aggiunge l’intuitivo sistema operativo basato su Linux: Sailfish OS.

Studiato per essere utilizzato con una sola mano, la gestione del dispositivo avviene senza adoperare tasti, ma basandosi esclusivamente sui gesti naturali delle dita – come swipe, peek e pull – è possibile interagire facilmente con tutte le applicazioni ed i servizi aperti. Un’esperienza d’utilizzo innovativa su movimenti della mano naturali ed intuitivi. La prima volta che si accende il telefono, il wizard d’avvio guida nella scelta delle App e dei servizi che si desidera aggiungere. Non ci sono applicazioni forzatamente pre-installate, in modo da rispettare la privacy e ricevere gli update esclusivamente di ciò che si utilizza.

Disegnato e sviluppato in Finlandia, il progetto vede protagonista anche un italiano: nel team di ingegneri che ha dato vita al nuovo concetto di smartphone, basato sull’eredità di Nokia e Meego, c’è infatti Stefano Mosconi, Co-fondatore e CTO di Jolla. “Il sistema operativo Sailfish OS – spiega Stefano Mosconi – è l’unica vera alternativa nel mercato smartphone, in questo momento dominato da Android e iOS. È proprio l’assenza di un’alternativa agli attuali sistemi operativi che ha portato il mercato ad una continua sfida sulle specifiche hardware, lasciando in secondo piano l’innovazione nel software. Jolla con il suo sistema operativo indipendente Sailfish OS sta riportando entusiasmo nel mondo degli smartphone.”

Indipendente e open, Sailfish è un sistema operativo che, proprio perché sviluppato con il contributo di una comunità di appassionati, garantisce una user experience completamente nuova e con ampie possibilità di personalizzazione. Con semplici gesti, che una volta appresi diventano immediatamente meccanici e naturali, l’interfaccia utente Sailfish dà la possibilità di passare facilmente da un’App alla vista multitasking, cambiare musica, scrivere un messaggio o controllare una mail, senza uscire da un’applicazione per passare ad un’altra. Diversamente da altri big di mercato, quello di Sailfish è un multitasking reale che permette di visualizzare fino a 21 applicazioni attive simultaneamente, senza doverle necessariamente aprire e chiudere per osservarne lo stato. Jolla supporta le applicazioni Sailfish, oltre naturalmente alle App native Sailfish OS, per permettere agli utenti di continuare ad utilizzare le applicazioni più comuni – come Instagram, Facebook, WhatsApp o Twitter – in massima libertà.

©Futuro Europa®

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Jolla, il nuovo smartphone open source"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: