#greenitaly

Caos Pontina: Astral, vanno abbattuti ottanta pini – Quella della Pontina è “una situazione su cui siamo impegnati letteralmente giorno e notte e che speriamo di risolvere quanto prima” e servono “80 pini da abbattere per tornare a circolare”. Lo ha detto l’amministratore unico di Astral Antonio Mallamo nel corso di una audizione alla commissione Lavori pubblici del Consiglio regionale del Lazio.(ANSA)

Pontina, la Forestale indaga su incendio: bruciati 10 ettari di campi – Il Corpo forestale dello Stato sta indagando sull’incendio divampato sulla via Pontina all’altezza di Castel Romano. La strada Pontina è chiusa in entrambi i sensi di marcia per la messa in sicurezza, visto che le alberature che costeggiano la strada sono state gravemente danneggiate dalle fiamme. Probabilmente sono bruciati circa dieci ettari di campi e pascoli. I rilievi sono ancora in corso. Intervenuto l’elicottero AB412 Eagle 27 del Corpo forestale dello Stato da Roma Urbe che ha effettuato 12 lanci in due ore di attività e un altro della Regione Lazio, oltre a squadre dei Vigili del Fuoco e Protezione Civile. Due elicotteri della Regione Lazio hanno ultimato spegnimento e bonifica. Si sono avvicendati nella sorveglianza dell’area i Comandi Stazione Forestale di Roma Natura, Palombara Sabina, Rocca di Papa e Pomezia. Sono immediatamente scattate le verifiche tecniche condotte dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma del Corpo Forestale dello Stato finalizzate ad accertare le cause del rogo ed eventuali responsabilità. Gli accertamenti sono tuttora in corso ma, dalle prime verifiche, sembrerebbe che il punto di partenza debba collocarsi immediatamente a ridosso di una piazzola di sosta situata lungo la Via Pontina in direzione Pomezia all’altezza del Km 24 nella zona di Castel Romano. (OMNIROMA)

Litorale, Ghera-Benvenuti:”degrado tra rifiuti, prostituzione e pericolo incendi” – “Per i romani raggiungere il litorale laziale verso Torvaianica è una vera e propria odissea. A parte i noti e costanti ingorghi della via Pontina, peraltro mai raddoppiata, transitando per via Pratica di Mare ci si imbatte tra rifiuti ai lati delle carreggiate, segnali stradali in molti casi non visibili, falò di prostitute, alberi non potati al lato della Riserva Naturale di Decima-Malafede e ai confini della tenuta presidenziale di Castelporziano. Uno stato di degrado e abbandono allucinante, la cui responsabilità e dei vari enti che ne gestiscono le competenze. In alcuni casi si tratta di aree protette, oppure di comuni differenti e ancora di strade statali e provinciali. Non solo tratti degradati, ma anche percorsi non sicuri e che rappresentano un costante pericolo di incendio che puntualmente si verifica ogni stagione estiva in queste aree. Come Fratelli d’Italia sollecitiamo gli enti competenti a intervenire attraverso lavori di bonifica e ad aprire un tavolo di concertazione tra i soggetti interessati al fine di avviare una costante manutenzione delle zone lasciate nell’incuria”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta Fabrizio Ghera, capogruppo di Fratelli d’Italia in Campidoglio, e Piergiorgio Benvenuti presidente nazionale del movimento ecologista Ecoitaliasolidale. (OMNIROMA)

Strade Lazio, Astral: fondi insufficienti per manutenzione – “Dal primo gennaio la Regione si occupa anche della manutenzione ordinaria delle strade, competenza ereditata dalle Province, ma i fondi non ci sono. L’audizione dell’assessore regionale Fabio Refrigeri e dell’amministratore delegato dell’Agenzia strade Lazio, Antonio Mallamo, in commissione regionale Lavori pubblici, ha fatto il punto sulla situazione, proprio nel pieno dell’emergenza per la chiusura della Pontina di questi giorni”. Così in una nota di Astral. “Una situazione – ha spiegato Mallamo – su cui siamo impegnati letteralmente giorno e notte e che speriamo di risolvere quanto prima”. “Per il resto l’amministratore delegato di Astral, rispondendo a una sollecitazione del consigliere Giuseppe Simeone (FI), ha parlato di ‘mancanza strutturale di fondi. Dal primo luglio l’Astral ha questo nuovo compito, la manutenzione ordinaria delle strade e abbiamo già proceduto a una ricognizione complessiva: sono anni che non si fa alcun tipo di intervento su queste strade. Abbiamo diviso la rete in 18 maxi lotti, procederemo all’affidamento a un global service. Per quest’anno però abbiamo solo 18 milioni, che diventeranno 24 nei prossimi due. Troppo poco. Complessivamente abbiamo 64 milioni per tutti gli interventi”. “L’assessore Refrigeri, da parte sua, ha spiegato la nuova ‘mission’ di Astral che si avvia a diventare una sorta di Anas regionale, ‘un vettore unico di tutte le strade’”. “Ma non c’è soltanto la manutenzione nei programmi della Giunta. L’assessore ha ricordato l’appalto per la Roma-Latina e la Cisterna-Valmontone (proprio in questi giorni si firmerà il contratto con il consorzio che ha vinto la gara) il completamento della Orte Civitavecchia, per il quale c’è il finanziamento dell’ultimo tratto, la realizzazione della Terni-Rieti e del tratto Rieti-Torano: ‘Opere – ha spiegato Refrigeri – su cui ormai si sta lavorando da parecchie legislature che stanno per essere completate e miglioreranno di molto la mobilità regionale’. (OMNIROMA)

©Futuro Europa®

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "#greenitaly"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*