Cineteca

Dimenticare Venezia (Film, 1979)

Vediamo di che cosa parla Dimenticare Venezia di Franco Brusati, vero e proprio cinema letterario, impaginato ricorrendo alla tecnica del flashback e delle parti oniriche, con alcune sequenze confuse tra realtà e sogno.

Nicky (Josephson ) e Marta (Caudry), fratello


L’ordine delle cose (Film, 2017)

Andrea Segre è un documentarista che nella fiction si è cimentato solo con Io sono Li (2011) e La prima neve (2013), ma che tradisce le sue origini nei tempi del montaggio e nella cura per la confezione fotografica. L’ordine


Accattone (Film, 1961)

Cinematografia sgrammaticata era una definizione che lo stesso Pier Paolo Pasolini dava del suo cinema, più vicino alla pittura, ai campi visivi di Giotto e di Masaccio, ai manieristi come il Pontormo che al senso moderno del cinema. Lo sfondo


Blade Runner 2049 (Film, 2017)

Un grande omaggio al Blade Runner di Ridley Scott del 1982 ambientato in una Los Angeles distopica del 2019, mentre qui (con la regia di Denis Villeneuve) ci troviamo nel 2049, un futuro non così lontano descritto come apocalittico. Harrison


Il giocattolo (Film, 1979)

Il giocattolo di Giuliano Montaldo è un film che risente molto del clima di insicurezza generale che caratterizzava l’Italia degli anni Settanta, debitore del miglior poliziottesco per l’apparato narrativo costruito da Donati, ma corretto al cinema alto dalla sensibilità di


Easy (Film, 2017)

Ecco il genere di film di cui il cinema italiano ha bisogno: commedie originali che rispettino il loro compito istituzionale di far ridere, il minimo sindacale previsto. Easy è lo sfolgorante debutto di Andrea Magnani, grazie a un film girato