Archivio | Esteri

Yemen verso la divisione?

Martoriato dal marzo 2015 da un violentissimo conflitto, lo Yemen corre il rischio di sprofondare sempre più nel caos. Soprattutto da quando i separatisti del Sud hanno fatto un ulteriore passo in direzione della partizione del Paese.

Lo spettro della


Algeria, elezioni senza alcun valore?

Le elezioni politiche che si sono svolte in Algeria lo scorso 4 Maggio hanno dimostrato che, da un voto all’altro, il potere non riesce a rinnovarsi. Per i più critici si tratta di una sorta di “commedia democratica” messa in


Trump silura direttore dell’FBI e arma i Curdi

Su Trump si può dire di tutto, fuorché tacciarlo d’inerzia. Le sue decisioni, peraltro, lasciano poco spazio ai fraintendimenti e assomigliano alle entrate a gamba tesa di certi arcigni terzini nel calcio: nette, perentorie, da dentro o fuori. E di


India, social network oscurati

Per sedare le proteste del popolo per la brutale repressione militare subita in Cachemire, le autorità indiane hanno tagliato l’accesso ai social network.

Sui social network i messaggi di addio degli abitanti del Cachemire indiano hanno cominciato a diffondersi in


Libia, intesa tra Al Sarraj e Haftar

Dopo il caos totale e le violente lotte intestine, tuttora in atto e aggravate dalla presenza operativa in loco dei miliziani dell’Isis, per la Libia comincia un timido processo di distensione fra le parti, un accenno alla volontà di stabilizzare


Bielorussia, tassa “anti parassiti”

In Italia il dibattito politico è da tempo attraversato da quella che, con diversi nomi, viene chiamato ‘reddito di cittadinanza’, in pratica un sostegno a chi non ha il lavoro, o comunque non guadagna abbastanza da potersi permettere una vita