Ruspe d’assalto

“La ruspa è in azione – afferma Virginia Raggi – abbiamo già avviato l’attività per l’abbattimento dei chioschi abusivi e oggi arriva a conclusione l’iter iniziato due anni e mezzo fa. È un momento storico, iniziamo l’abbattimento del lungomuro. I cittadini potranno tornare a vedere il mare, a scendere in spiaggia”. Queste le dichiarazioni della prima cittadina di Roma riferito all’abbattimento dello stabilimento Med di Ostia.

Un momento storico davvero. Allora vediamo i fatti; io lo conosco il manufatto che è stato abbattuto, me lo ricordo benissimo; intanto non impediva la visione del mare in quanto in quella zona il lungomare sovrasta la spiaggia ma questi sono dettagli. Parliamo di un luogo molto carino, molto accogliente, un ristorante di livello che valorizzava uno dei litorali più brutti della terra. A quanto pare abusivo e, sempre a quanto pare, la Sindaca non ci dormiva la notte.

Adesso il posto sarà fruibile e sarà possibile andarci in piena libertà e la stessa libertà consentirà di lasciare ovunque plastica e vetro, preservativi e fazzoletti sporchi. Perché questo sono le spiagge libere da quelle parti: un ricettacolo di monnezza. Perché la gente è maleducata e perché non c’è il controllo da parte delle autorità, non c’è nessuno che li prenda a calci per fargli portare a casa le carte sporche delle frittate.

La vittoriuccia di Virgì mi fa venire le lacrime agli occhi. Invece di preoccuparsi sull’ammontare della monnezza vera che ci seppellirà, di controllare le cause dell’incendio al Salario, lei ha preso la paletta e il secchiello ed è andata in spiaggia.

Ha applicato le leggi, direte voi. Ecco, adesso il mondo è migliore, sicuramente più sicuro.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email

Sii il primo a commentare su "Ruspe d’assalto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*