Premio 2018 Mecenati del XXI secolo

“Mecenati di ieri, mecenati di oggi”. Il Mecenatismo non è solo un fenomeno del quattro-cinquecento, del tempo delle Signorie e del Rinascimento. Il Mecenatismo è un fenomeno culturale, politico, economico, sociologico che ha attraversato la storia: a cominciare da C. Clinio Mecenate, letterato e protettore di artisti, amico di Ottaviano Augusto, passando per i Medici, Lorenzo il Magnifico, gli Este a Ferrara, i Montefeltro a Urbino, i Gonzaga a Mantova fino ad arrivare ai giorni nostri, unisce l’aspetto della liberalità a quello dell’investimento di capitali nella cultura, nelle arti, nelle scienze. E’ strumento politico, di espressione del potere di una famiglia, di un gruppo, della Chiesa o di singoli ecclesiastici, che garantivano agli artisti, agli uomini di cultura sicurezza materiale, prestigio anche se con una limitazione della loro libertà.

E’ di questi giorni l’assegnazione a Bruxelles, alla presenza del Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, dei Premi del “Corporate Art Awards Mecenati del XXI secolo” destinati a premiare, valorizzare, promuovere le eccellenze nelle collaborazioni tra il mondo dell’arte e i mecenati aziendali, istituzionali e privati a livello internazionale dei giorni nostri. Il premio include i “Corporate Art Awards” per le imprese e gli “Institutional Art Awards” per le Istituzioni.

Si tratta di un Premio, organizzato dalla Società di promozione artistica – Piattaforma digitale – “PptArt” in collaborazione con Mibact, Confindustria, Ales, Museimpresa e Luiss, che, nelle intenzioni degli organizzatori, mira a premiare l’impegno tra le Società private, le Istituzioni pubbliche, di coloro che sanno e vogliono riconoscere all’opera d’arte una funzione solo ornamentale. Per PpArt: l’Arte è la massima espressione della Responsabilità sociale d’impresa. Hanno presentato le proprie candidature al Premio artisti di tutto il mondo, giganti del mondo economico e finanziario come ad esempio la Banca d’Italia, Bulgari, Enel e moltissimi altri.

Per la sezione “Rivelazioni 2018”, dedicata al Museo e Real Bosco di Capodimonte di Napoli, a vincere il riconoscimento è stata Elite. “Rivelazioni” è un progetto di “Mecenatismo diffuso e di partnership tra privati istituzioni culturali, lanciato da Borsa italiana nel 2015, che prevede un “accordo programmatico con alcuni dei principali Musei d’Italia, dedicato al restauro di opere di valore artistico-storico-culturale spesso e volentieri conservate nei depositi, che sono la maggior parte del nostro patrimonio artistico e sono in attesa che siano trovati fondi per il loro restauro oltre che spazi espositivi che gli facciano conquistare quasi una nuova vita.

Mecenati del XXI secolo 2018, giunto alla terza edizione, è un Premio ideato nel 2016 da PpArt in collaborazione con Luiss Business School, nasce dall’intuizione del fondatore di PpArt (piattaforma web per mettere in contatto artisti e aziende e che, contemporaneamente, vuole promuovere le conoscenze nel campo dell’arte, rendendola più accessibile), Luca Desiata, per la quale aziende e istituzioni coinvolti attivamente nel mondo dell’arte tendenzialmente hanno maggior successo in termini di “profittabilità” ed affrontano meglio molte sfide etiche, ambientali o sociali. Art for the Corporate World: l’Arte è molto di più di un semplice investimento finanziario, l’Arte stimola l’impegno dei dipendenti. Le Aziende possono generare un ambiente creativo con programmi di formazione basati sull’arte. Gli artisti hanno un enorme potenziale come fornitori di servizi creativi nel campo del marketing, della comunicazione e del marchio.

In estrema sintesi è questo il concept alla base di PpArt. Nella vision di questa Società di promozione artistica e dei suoi fondatori si va ad aggiungere un altro passaggio fondamentale: la “valorizzazione”. Non si tratta, infatti, solo di restaurare e conservare opere d’arte, ma, anche, farle vivere, dando la possibilità alle aziende che le restaurano di organizzare attività che diano visibilità, valore e importanza al restauro. Ha visto, fino ad oggi, la partecipazione di oltre 300 aziende ed istituzioni da 32 Paesi da tutti i 5 Continenti. Tra i premiati di quest’anno nella categoria “Istituzioni” sono stati il Ministero degli Affari Esteri, la FAO, la Banca Mondiale, la Banca d’Italia, il Joint Research Centre della Commissione Europea.

Il Comitato Scientifico del Premio, composto dal Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, dal Direttore del Parco archeologico di Paestum Gabriel Zuchtriegel, dal Direttore del MAXXI Arte Bartolomeo Pietromarchi, dalla Direttrice di Ales e Responsabile per il MiBAC del programma Art Bonus Carolina Botti, è stato presieduto da Luca Desiata docente alla LUISS Business School e curatore presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email

Sii il primo a commentare su "Premio 2018 Mecenati del XXI secolo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*