Il Codice Leicester torna in Italia

Il celeberrimo Codice Leicester di Leonardo da Vinci ritorna in Italia in occasione delle celebrazioni leonardiane che si svolgeranno in tutto il mondo nel 2019 a 500 anni dalla morte del genio italiano. Il Codice, nonché numerosi spettacolari disegni di Leonardo, ritornano a Firenze dopo un quarto di secolo. Ad ospitarli dal 30 ottobre prossimo al 20 gennaio 2019 saranno gli Uffizi.

Il Codice Leicester è costituito da 72 fogli contenenti disegni ed annotazioni di Leonardo e risalenti alla prima decade del XVI sec. Grazie al Codescope, sussidio multimediale, i visitatori potranno sfogliare i singoli fogli su schermi digitali. Si aggiungono numerosi manoscritti e rarissimi incunaboli contenenti testi che Leonardo ha utilizzato per redigere il Codice Leicester. Tra questi spicca il codice della Biblioteca Medicea Laurenziana nel quale è incluso il Trattato di architettura di Francesco di Giorgio Martini. Su questo testo Leonardo ha vergato dodici annotazioni sui moti dell’elemento acqua a cui il genio vinciano è sempre stato molto interessato per conoscerne a fondo le potenzialità e gli effetti disastrosi. L’esposizione include infine il famoso Codice sul volo degli uccelli oltre a 10 preziosi volumi tra manoscritti e incunaboli.

Il Codice è stato esposto a Firenze anche nel 1982 (all’epoca denominato Hammer), presso la Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio. Fu un grandissimo successo di pubblico che sarà di sicuro bissato in questa ricca occasione per il grande interesse che Leonardo suscita da sempre sia negli addetti ai lavori che nel grande pubblico.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email

Sii il primo a commentare su "Il Codice Leicester torna in Italia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*