Safeschool, l’App che “misura” le scuole

I temi dell’efficienza energetica, le politiche di innovazione e ricerca per la prevenzione e la sicurezza rivestono un ruolo di estrema importanza nelle Strategie dell’Unione Europea. Già dal 2007 si stabilì a livello comunitario la riduzione del consumo energetico fissando l’obiettivo di ridurre del 20% il consumo energetico annuale dei Paesi UE entro il 2020.

Obiettivo confermato dal “pacchetto climatico europeo” entrato in vigore nel 2009 che ha dato seguito alle indicazioni del Consiglio Europeo e che, come sappiamo, si inserisce e contestualizza nella Strategia Horizon 2020 e nella azioni di definizione della Politica ambientale UE fino ad arrivare ai cosiddetti “obiettivi 20-202-20”: riduzione almeno del 20%, entro il 2020, delle emissioni di gas serra derivanti dal consumo di energia nella UE rispetto ai livelli del 1990; aumento al 20% della percentuale di energia prodotta da fonti rinnovabili entro il 2020; miglioramento del 20% dell’efficienza energetica.

Da parte sua l’ONU non poteva essere da meno. Con “Agenda 21 dal globale al locale” progetta un ampio “programma di azione” quasi un’Agenda per lo sviluppo sostenibile della Terra: consiste, in breve, in una pianificazione ad ampio raggio delle azioni da intraprendere a livello mondiale, nazionale e locale dalle Organizzazioni delle Nazioni Unite, dai Governi, dalle amministrazioni pubbliche locali in ogni area del Pianeta in cui la presenza e l’attività dell’uomo possono “impattare” sull’ambiente: di tutti i portatori d’interesse che operano su un determinato territorio. E’ un’identificazione dei temi prioritari che l’inizio del terzo millennio pone, inderogabilmente, dinanzi all’intera umanità: le emergenze climatico-ambientali e socio-economiche. Un vero e proprio “piano d’azione” per lo sviluppo eco-sostenibile, che sappia incidere in modo positivo sul benessere delle persone.

Il contesto in cui s’inserisce: “Safe-School 4.0” di ENEA è, appunto, questo. Si tratta di un’applicazione per smartphone e tablet realizzata per misurare i consumi energetici e la vulnerabilità sismica delle scuole e per programmare “in modo più economico e sostenibile gli interventi di messa in sicurezza e riqualificazione energetica in ambito scolastico.

Un’applicazione, realizzata dai ricercatori ENEA per la Campagna nazionale sull’efficienza energetica “Italia in classe A”, di durata triennale, con l’obiettivo, in attuazione di quanto stabilito dal Decreto Legislativo 102/2014 e rivolta alla P.A., alle PMI, alle varie componenti sociali, di far conoscere l’importanza del risparmio e dell’efficienza energetica, fornendo, contemporaneamente, le opportunità e gli strumenti per realizzarli, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzata sempre da ENEA, che è stata presentata all’ultima fiera internazionale Key-Energy/Ecomondo nello Hub ENEA, che si tiene annualmente a Rimini.

Safe-School è un’applicazione per poter programmare nel modo più economico e sostenibile possibile gli interventi di messa in sicurezza e riqualificazione energetica degli edifici. Disponibile sia per iPhone che per Android è stata progettata per fornire un supporto strumentale ai tecnici e ai responsabili delle diagnosi sui “rilievi energetici e strutturali” delle scuole.

L’applicazione fornisce in un primo momento una valutazione degli interventi per il miglioramento delle funzionalità energetiche e strutturali degli edifici scolastici, mettendo, poi, a confronto i consumi reali dell’immobile con il fabbisogno energetico di riferimento per gli edifici scolastici, assegnando a ogni fabbricato una classe di merito per i consumi da riscaldamento e per i consumi elettrici. Si otterrà così un Report dei rilievi effettuati completo di foto, il livello della classe di merito energetica e degli interventi per ottimizzarne le prestazioni, il livello di vulnerabilità strutturale e gli interventi da realizzare per migliorare le condizioni di sicurezza degli edifici. Tutti i dati, i rilievi e le informazioni prodotte e inserite dal tecnico nell’App e da questa rielaborate saranno poi disponibili in formato digitale.

ENEA, per mezzo di una piattaforma informatica di pianificazione, utilizzando i dati raccolti attraverso Safe-School, quindi dalle varie App nei diversi rilievi dei vari edifici scolastici esaminati, sta realizzando un’unica piattaforma per la realizzazione unitaria di un progetto, su scala nazionale, di recupero deli edifici scolastici esistenti, completo dei miglioramenti strutturali delle costruzioni, funzionali alle differenti criticità territoriali, ambientali, climatiche rilevate su scala nazionale nel nostro Paese.

Tutto questo in ossequio, anche, a quanto definito, dal Governo, nella Strategia Energetica Nazionale 2017, che ha definito di arrivare per il 2030 al 28% di energie rinnovabili nei consumi sul territorio nazionale con una riduzione dei consumi finali a 108 Mtep. Strategia Energetica Nazionale che è il piano in dieci anni predisposto da Palazzo Chigi per anticipare e gestire il cambiamento del e nel sistema energetico del nostro Paese con l’obiettivo di rendere il sistema energetico italiano più competitivo continuando a ridurre il “gap di prezzo e di costo dell’energia” rispetto all’Europa, di raggiungere gli obiettivi ambientali e di de-carbonizzazione definiti dall’Unione, continuando a migliorare la sicurezza di approvvigionamento e la flessibilità dei sistemi e delle infrastrutture energetiche potenziando l’indipendenza energetica dell’Italia.

©Futuro Europa® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: per segnalarne l’eventuale uso improprio scrivere alla Redazione

Print Friendly, PDF & Email

Sii il primo a commentare su "Safeschool, l’App che “misura” le scuole"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*