Mobilità sostenibile: a colloquio con Paolo Ferri

E’ ingegnere meccanico, si occupa di progettazione di sistemi fotovoltaici, geotermici e di edifici a basso consumo; nel 2013 fonda Wecity, l’app che premia esempi di mobilità sostenibile in ambito urbano e prima piattaforma al mondo con una moneta virtuale basata sulla sostenibilità. Parliamo di Paolo Ferri che abbiamo intervistato in occasione del TEDx Bologna 2015.

Avete presentato una app rivoluzionaria per ridurre il livello di CO2 nell’aria, di cosa si tratta?

Abbiamo presentato un progetto che prova a migliorare un poco quella che è la mobilità urbana, si tratta di una applicazione per smartphone, ad esempio a dare o trovare un passaggio, pedalare, camminare o usare mezzi pubblici, perché sono tutte attività che inquinano meno rispetto a prendere l’auto da soli.

D’accordo, ma queste sono comunque cose che già esistono, car poolin, bike sharing, la novità che voi proponete qual è?

La cosa nuova è che il risparmio di CO2 non ce lo inventiamo noi, ma è validata ad un soggetto terzo che lo certifica, simile a quello che prendono le imprese che vogliono operare nel campo delle emission trading. Il protocollo di Kyoto lo limitava al business to business, dividendo i crediti tra imprese virtuose e meno.

E su questo avete fatto una app, per quale piattaforma?

Per Android e iOS, molto semplice, io scarico l’applicazione e salgo in bici, l’app capisce se io sono in bicicletta, a questo punto inizia a segnarmi dei punti in base alla CO2 che ho risparmiato. Questa CO2 diventa moneta che io posso usare tramite l’app per comprare beni o servizi presso i nostri partners tramite l’app, ovviamente si tratta di cose correlate alla mobilità sostenibile.

Le aziende che collaborano con voi quale ritorno hanno?

Principalmente di visibilità, chiaro si tratta di farli accedere ad un target di clienti inseriti nel loro business, attenti ai loro prodotti, in pratica si tratta di avere in cambio pubblicità che gli fanno gli utenti. Ad esempio abbiamo una ditta di Bologna, la 24Bottles, che fa borracce in metallo.

Al momento il progetto a che punto si trova?

Abbiamo avuto già più di 10.000 download e stiamo andando molto bene, contiamo di aumentare sempre di più.

©Futuro Europa®

Print Friendly, PDF & Email
Condividi

Sii il primo a commentare su "Mobilità sostenibile: a colloquio con Paolo Ferri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato


*